La Nostra Offerta

ASSISTENZA SPECIALIZZATA

La R.S.A. San Francesco,si avvale di un’équipe multidisciplinare di professionisti altamente specializzati composta da medici, infermieri, operatori socio-saniatri, psicologo, dietologo, assistente sociale,  terapista occuazionale e fisioterapiasta.
Al momento dell'ingresso di ogni nuovo ospite l’équipe multidisciplinare si riunisce per analizzare la situazione clinica e per programmare la metodologia di intervento sull’ospite. Per ogni Ospite presente in struttura si predispone il P.A.I. - Piano di Assistenza Individualizzato con il quale la struttura garantisce ad ogni ospite un'assistenza personalizzata sulla base dei propri bisogni, problemi e inclinazioni, alle aspettative rispetto al ricovero. Per la stesura del P.A.I. vengono utilizzate scale di valutazione validate a livello internazionale, nonché inserite tutte le informazioni di ordine sanitario, assistenziale e psicosociale con particolare riferimento alla storia biografica dell’ospite. Obiettivo di questo programma è la valorizzazione dell'individualità dell'ospite che viene valutato nella sua complessità, costruendo attorno a lui, e non viceversa, le attività di sostegno. Ad intervalli regolari l'equipe si riunisce per monitorare la situazione, valutare i risultati delle attività e, all'occorrenza, apportare eventuali modifiche al piano d'intervento.

ASSISTENZA PSICOLOGICA E SOCIALE

L’Rsa San Francesco è attenta al benessere psicofisico delle persona presa in carico, all’unicità di ogni singolo utente e dei suoi bisogni oltre che di natura assistenziale anche di tipo psicologico e sociale.  Per raggiungere tali obiettivi è necessaria una collaborazione interprofessionale, con un lavoro di equipe che pone alla base del proprio intervento l’utente in quanto persona unica. L’Rsa ospita pazienti sia con disabilità psico-fisica sia persone anziane.

FISIOTERAPIA E E TERAPIA OCCUPAZIONALE

 L’obiettivo fondamentale dell’intervento deve essere quello di “aiutare l’anziano ad aiutarsi”, stimolandolo al mantenimento e al recupero delle proprie abilità fisiche e alla riscoperta delle proprie potenzialità latenti, e non certo quello di sostituirsi a lui in qualsiasi mansione.